Mappa del sito

Conseguenze morali dei singoli peccati

dalla rubrica John Henry Newman - “Sappiate che il vostro peccato vi raggiungerà” (Nm 32,23) - Questo è uno dei passi, negli scritti ispirati, che, pur introdotto in una occasione particolare e con una intenzione limitata, esprime una verità di carattere generale, che ci ap­pare immediatamente andar ben oltre il contesto specifico, e che noi useremo a prescindere da esso. Mosè ammoniva le tribù di Gad e di Ruben, che avevano ricevuto per prime la loro eredità, che se non avessero combattuto a fianco dei loro fratelli per aiutarli a conquistare la loro, il loro peccato li avrebbe raggiunti e visitati. E mentre egli così parlava, lo Spirito Santo, che parlava per mezzo suo, dava alle sue parole un intento ben più ampio, quello dell’edificazione della Chiesa fino alla fine dei tempi. Egli intimava la grande legge del governo divino, alla quale tutti coloro che lo stu­diano danno testimonianza, che cioè un peccato è sempre seguito dalla sua punizione. Non è più certo il susseguirsi della notte al giorno, che il susseguirsi della punizione al peccato. Che il peccato sia grave o lieve, momentaneo o abi­tuale, di malizia o di debolezza, la sua specifica punizione -per quel tanto di esperienza che ne possiamo avere – sembra seguire come una legge di natura, prima o dopo, più legge­ra o più pesante, a seconda dei casi...


Leggi »


La vera religione

di Sant'Agostino - La via che conduce alla vita buona e felice risiede nella vera religione, con cui si onora l'unico Dio e, con purissima pietà, si riconosce in Lui il principio di tutte le creature, per il quale l'universo ha un inizio, un compimento ed una capacità di conservazione. Da ciò emerge con maggiore evidenza l'errore di quei popoli che preferirono adorare una moltitudine di dèi anziché l'unico vero Dio, Signore di tutto; tale errore è in relazione al fatto che i loro sapienti, chiamati filosofi, pur appartenendo a scuole tra loro in contrasto, frequentavano i medesimi luoghi di culto. Non sfuggiva infatti né ai popoli né ai sacerdoti quanto fossero diverse le loro posizioni sulla natura degli dèi, dal momento che nessuno di essi aveva ritegno a rendere pubblica la propria opinione e, se possibile, faceva in modo da persuaderne gli altri; eppure tali sapienti, insieme ai loro seguaci, anch'essi di opinione diversa e perfino contraria, partecipavano tutti agli stessi riti sacri, in piena libertà. Ora, non si tratta di stabilire chi di loro abbia pensato in maniera più conforme al vero; di certo però, a quanto mi sembra, è abbastanza chiaro che essi, in materia di religione, con il popolo sostenevano una posizione, mentre in privato, ma con lo stesso popolo che ascoltava, ne difendevano un'altra...


Leggi »


Che cos'è la Tradizione?

di Mons. Marcel Lefebvre - Il modernismo è davvero l'elemento che mina la Chiesa dall'interno, ai nostri giorni come ieri. Prendiamo dall'enciclica Pascendi qualche brano corrispondente a quello che stiamo vivendo ora. “Dal momento che il suo fine è del tutto spirituale, l'autorità religiosa deve spogliarsi di tutto quell'apparato esteriore, di tutti quegli ornamenti pomposi con i quali essa si mette in mostra come dando spettacolo. In questo essi dimenticano che la religione, se propriamente parlando appartiene all'anima, tuttavia non vi è confinata, per cui l'onore reso all'autorità si riflette su Gesù Cristo che l'ha istituita”...


Leggi »


Non dire falsa testimonianza

Elementi di catechesi a cura di Veronica Tribbia - L'ottavo Comandamento ci proibisce ogni falsità e il danno ingiusto all'altrui fama: perciò, oltre la falsa testimonianza, la calunnia, la bugia, la detrazione o mormorazione, l'adulazione, il giudizio e il sospetto temerario. In senso largo, per “falsa testimonianza” si intende ogni bugia, cioè ogni detto che asserisca una cosa diversa da ciò che è. In senso stretto, si intende ciò che il testimone in tribunale dice di falso per arrecare danno o vantaggio all'accusato. Chi in tribunale dice il falso credendo di dire il vero, incorre in uno sbaglio ma non nel peccato contro l'ottavo Comandamento. È peccato grave la falsa testimonianza quando è grave la menzogna o quando gravi ne sono le conseguenze, come la condanna di un innocente e l'assoluzione del colpevole. È peccato grave anche corrompere i testimoni o falsificare i documenti...


Leggi »


Riflessioni sullo stato attuale della Chiesa/2

dalla Redazione - Ma può colui, che Cristo ha associato a Sè quale capo della Chiesa e quale Pietra, volere, favorire, o permettere nella Chiesa un orientamento divergente o opposto a quello di Cristo? La Sacra Scrittura e la teologia cattolica ci dicono che, esclusi i casi in cui l'autorità del papa è impegnata nel grado in cui è infallibile, questo è possibile. Pietro confessa la Divinità di Cristo e Gesù gli dice: “Beato tu sei, Pietro, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. Ed Io dico a te [che hai confessato che sono il Figlio di Dio] che tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa” (Mt 16, 17-18). Il medesimo Pietro tenta di distogliere Cristo dalla Sua Passione e Gesù gli replica: “Vattene lontano da Me, satana. Tu mi sei di ostacolo [è questo il senso esatto della parola “scandalo”] perché tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini” (Mt 16, 23)...


Leggi »


Focus e articoli scelti dalla rete

 

 

IN RETE UN NUOVO SITO: RICOGNIZIONI.it 

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza di trovarsi ormai oltre la linea, in terra nemica, là dove non avremmo mai pensato di essere solo qualche anno fa. Oltre la linea in una Chiesa che non si occupa più delle anime, ma solo di quei corpi che rendono propagandisticamente. Oltre la linea in uno Stato che legifera secondo le agende stabilite in opachi palazzi di vetro. Oltre la linea in una società che affida la salvezza del pianeta alle Grete di turno. Oltre la linea in un mondo che divinizza le bestie e ammazza i bambini. [...] Quello che siamo chiamati a fare è, al tempo stesso, più radicale e meno eclatante.
Si tratta di attestarsi e perlustrare “oltre la linea” in terra nemica per osservare cosa vi accade e informare chi non intende piegarsi all’iniquità di un potere che non conosce altra legge che la propria prosperità.
Per saperne di più collegati su RICOGNIZIONI.it

SOCIETA' DI SAN MARTINO DI TOURS E DI SAN PIO DA PIETRALCINA - PER AIUTARE I PRETI PERSEGUITATI

E' un'associazione di beneficenza il cui scopo è quello di portare assistenza economica a quanti si trovino in situazioni di indigenza, non dipendenti da loro colpa grave. 
L’indigenza può avere molte cause, e oggi ci troviamo, purtroppo, a dover fronteggiare una situazione nuova, impensabile un tempo: la persecuzione dei sacerdoti fedeli alla Dottrina. Accade infatti che ci siano sacerdoti che proprio per la loro fedeltà alla Dottrina e alla Tradizione vengono perseguitati, emarginati e si trovano senza mezzi di sussistenza.
Per saperne di più LEGGI LA PRESENTAZIONE 

PROGETTO MONDO PICCOLO

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo progettomondopiccolo.com collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. 
Per saperne di più LEGGI LA PRESENTAZIONE 

SUORE CONSOLATRICI DEL SACRO CUORE

Siamo nate ufficialmente nel 1961 in un clima di fervore e di entusiasmo o meglio, di tutto ciò che di bello, di grande e di nobile può sbocciare dalla giovinezza illuminata e resa forte dalla Grazia.
Il nostro fondatore, P. Basilio Rosati Passionista, aveva saputo trasmettere nei nostri cuori il fuoco di un grande ideale: “Consolare il Cuore divino di Gesù” tanto amareggiato per l’ingratitudine, la freddezza, gli oltraggi, i tradimenti di tante anime a lui particolarmente care perché redente dal Suo Sangue preziosissimo.
Per saperne di più LEGGI LA PRESENTAZIONE 
Per una donazione inviare un bonifico bancario sul c/c intestato a Associazione Consolatrici del Sacro Cuore di Gesù 
IBAN: IT 22 L 03069 72711 100000000121

Operazione alchemica, non chirurgica

Editoriale di Radicati nella fede
su radicatinellafede.blogspot.com
“Andate in tutto il mondo, predicate il Vangelo ad ogni creatura, chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, chi non crederà sarà condannato” (Mc 16,15-16)... è così semplicemente chiaro Nostro Signore Gesù Cristo, è così semplicemente chiaro il Vangelo.
Maledetti i teologi che hanno interpretato e reinterpretato fino a vanificare la parola del Signore, maledetti e non benedetti perché hanno tolto dal cuore della Chiesa la preoccupazione per la salvezza...

Leggi »


Estote parati (siate pronti)! - Mt24,24

di Marcus
su sìsìnono.org
È un’esortazione evangelica che ha attraversato i secoli e non accenna ad esaurirsi, perché ha in sé valore universale che supera i confini del Cristianesimo, coinvolge tutti gli abitanti della terra, anche quelli che non credono in Gesù Cristo, Nostro Salvatore...

Leggi »


Oltre la linea delle parole perdute

di Alessandro Gnocchi
su ricognizioni.it
Eppure, gli innocenti continuano a morire e nascere secondo leggi che offendono Dio e umiliano l’uomo. Eppure, oggi, ancora più di avantieri, la buona morte e la buona nascita sono lì per diventare moneta sonante anche dove avevano incontrato almeno un po’ di opposizione...

Leggi »