Home / Dottrina Cattolica / Testi e Documenti / Testi formativi utilizzati dalla Corsia

Testi formativi utilizzati dalla Corsia

 

⇒TRATTATO DELLA VERA DEVOZIONE A MARIA (San Luigi Maria da Monfort - La santissima Vergine, che è una madre di dolcezza e di misericordia, e che non si lascia mai vincere in amore e in generosità, vedendo che ci si dona interamente a lei per onorarla e servirla, spogliandosi di ciò che si ha di più caro per ornarla, si dona anche lei interamente e in modo ineffabile a colui che le dona tutto. Ella lo fa inabissare nell'abisso delle sue grazie; lo orna con i suoi meriti; lo sostiene con la sua potenza; lo illumina con la sua luce; lo infiamma con il suo amore; gli comunica le sue virtù: la sua umiltà, la sua fede, la sua purezza, ecc.; si rende suo garante, suo supplemento e suo tutto presso Gesù).

 

⇒L'IMITAZIONE DI CRISTO (Devozione fervida e profonda, stile sobrio e concisio, potenza espressiva ed efficiacia persuasuva: sono le caratteristiche di questo scritto definito il più sublime libro religioso del Medioevo. Tra mistica, morale e ascesi, un classico sempreverde della spiritualità cristiana, profondamnete umano nel guidare all'esperienza spirituale e al perfezionamento interiore). 

 

 

⇒IL SEGRETO DI MARIA (San Luigi Maria da Monfort - Preludio o riassunto del Trattato della vera devozione a Maria, la breve opera del Monfort tende al medesimo scopo: scoprire il compito speciale della Madre del Signore nel mistero della salvezza e riconoscerlo vitalmente attraverso un autentico rapporto con lei. il Monfort mutua il concetto di "segreto" dalla cultura popolare per indicare una realtà misteriosa, inattingibile con le sole forze naturali: essa si percepisce nell'ascolto dello Spirito e si comprende solo vivendo la vita cristiana. Il Monfort delinea con tratti decisi l'itinerario che conduce alla scoperta di Maria nella storia della salvezza e alla donazione a lei, come rapporto di amore, identificazione edisponibilità. La sua argomentazione è semplice e lineare: Dio chiama alla santità, sicura vocazione di tutti i cristiani; ma per diventare santi occorre la grazia; per ottenere la grazia bisogna trovare Maria, madre della divina grazia).  

 

⇒FILOTEA (San Francesco di Sales - Nella creazione Dio comandò alle piante di produrre i loro frutti, ognuna«secondo la propria specie» (Gn 1, 11). Lo stesso comando rivolge ai cristiani, che sono le piante vive della sua Chiesa, perché producano frutti di devozione, ognuno secondo il suo stato e la sua condizione. […] Filotea, la devozione non distrugge nulla quando è sincera, ma anzi perfeziona tutto e, quando contrasta con gli impegni di qualcuno, è senza dubbio falsa. L’ape trae il miele dai fiori senza sciuparli, lasciandoli intatti e freschi come li ha trovati. La vera devozione fa ancora meglio, perché non solo non reca pregiudizio ad alcun tipo di vocazione o di occupazione, ma al contrario vi aggiunge bellezza e prestigio.Tutte le pietre preziose, gettate nel miele, diventano più splendenti, ognuna secondo il proprio colore, così ogni persona si perfeziona nella sua vocazione, se l’unisce alla devozione. La cura della famiglia è resa più leggera, l’amore fra marito e moglie più sincero, il servizio del principe più fedele, e tutte le altre occupazioni più soavi e amabili. [...] Perciò dovunque ci troviamo, possiamo e dobbiamo aspirare alla vita perfetta - San Francesco di Sales).   

 

⇒DIALOGO DELLA DIVINA PROVVIDENZA (Santa Caterina da Siena - Il Dialogo ripropone uno dei testi capolavoro della letteratura mistica medievale, frutto dei colloqui che Caterina ebbe con l'Eterno Padre durante le estasi. Nonostante fosse illetterata, anzi analfabeta, si preoccupò di dettare il Dialogo ai suoi discepoli. Può considerarsi l'opera Cateriniana per eccellenza in quanto costituisce la sintesi del pensiero della Santa e la base della sua laurea a Dottore della Chiesa. Il Dialogo rappresenta un documento eccezionale e una delle poche testimonianze in cui una Santa pone direttamente delle domande a Dio Padre e riceve delle risposte sulle varie questioni di fede. Grazie alla dottrina sulla misericordia di Dio e su Cristo, ponte tra Dio e l'umanità intera, Paolo VI ha proclamato santa Caterina da Siena "Dottore della Chiesa". Successivamente è stata proclamata Patrona d´Italia e d´Europa. Gli scritti di Santa Caterina sono un insegnamento autorevole della fede cristiana). 

 

⇒DIARIO (Santa Maria Faustina Kowalska - La missione di Suor Maria Faustina è stata descritta nel «Diario» che lei redigeva seguendo il desiderio di Gesù e i suggerimenti dei padri confessori, annotando fedelmente tutte le parole di Gesù e rivelando il contatto della sua anima con lui. Il Signore diceva a Faustina: Segretaria del Mio mistero più profondo, … il tuo compito più profondo è di scrivere tutto ciò che ti faccio conoscere sulla Mia misericordia, per il bene delle anime che leggendo questi scritti proveranno un conforto interiore e saranno incoraggiate ad avvicinarsi a Me (Q. VI, 67). Quest’opera infatti avvicina in modo straordinario il mistero della Misericordia Divina; «Il Diario» affascina non soltanto la gente comune ma anche i ricercatori che scoprono in esso una fonte supplementare per le loro ricerche teologiche. Suor Maria Faustina, distrutta dalla malattia e dalle varie sofferenze che sopportava volentieri come sacrificio per i peccatori, nella pienezza della maturità spirituale e misticamente unita a Dio, morì a Cracovia il 5 ottobre 1938 all’età di appena 33 anni. La fama della santità della sua vita crebbe insieme alla diffusione del culto alla Divina Misericordia sulla scia delle grazie ottenute tramite la sua intercessione. Fu beatificata da Giovanni Paolo II in piazza San Pietro a Roma, il 18 aprile 1993. Le reliquie di Suor Faustina si trovano nel santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Agiewniki).

 

Share |