Nuova immagine

Nuova immagine

Nuova immagine

Nuova immagine

Nuova immagine

Nuova immagine

L'AFORISMA - Quando Dio vuole castigare l'umanità, non dona alla Chiesa il papa di cui ha bisogno, ma lascia alla Chiesa il papa che si merita - S.E.Fulton John Sheen  

Pannella e la prova di un clero non più cattolico

dalla Redazione - Le parole pronunciate da Padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana, chiariscono una volta di più quanto questa Chiesa che vuol definirsi cattolica in realtà non lo sia più. Ormai è manifesta la prova dell'occupazione della Casa di Cristo da parte di un clero che si è fatto Giuda e che, grazie al Concilio Vaticano II, ha dato avvio ad una nuova chiesa e perciò ad una nuova religione. Un'opera perversa compiuta da uomini di Chiesa corrotti, privi di Fede, con il solo scopo di cancellare l'insegnamento autentico di Gesù Cristo precludendo ai fedeli la salvezza della propria anima. Questa è la tragica realtà, e pur tuttavia la Grazia abbonda: ora sappiamo con assoluta certezza dove sta la Verità, la Sola che conduce in Paradiso. Dunque la scelta: rimanere ancorati alla Tradizione e a ciò che la Chiesa ha sempre e detto e fatto fino al Vaticano II, oppure aderire alla nuova chiesa frutto dei maneggi di sacerdoti che hanno venduto l'anima. Venduto l'anima a chi?... C'è da rabbrividire nel pronunciare quel nome... 


Leggi »

Da san Francesco all'ecologia

da un Padre Cappuccino di Morgon (Francia) -  Il 24 maggio 2015 è apparsa l’enciclica Laudato si' nella quale Papa Francesco chiama tutti i cristiani ad una spiritualità ecologica (n 216) fondamento di una conversione ecologica che modifichi le relazioni con il mondo che ci circonda (n 217), tutto ciò reso più concreto da direttive pratiche. Il santo Padre propone san Francesco d’Asissi come modello (n 218) per suscitare questa fraternità sublime con tutta la creazione che egli ha vissuto in maniera così luminosa. La pubblicazione di questa enciclica ha potuto causare sorpresa, tanto per il soggetto (l’ecologia), poco corrente nel magistero pontificale, che per il coro di lodi provenienti dai grandi del mondo (come ad esempio Barack Obama) che operano in senso opposto a quello del regno di Nostro Signore. Possiamo immaginare san Francesco come patrono dell’ecologia tale come è concepita oggi dai grandi del mondo? Figli di san Francesco, noi non possiamo restare indifferenti a questa questione; è l’onore del nostro serafico Padre che è in gioco.


Leggi »

La società stretta nella morsa della tenaglia dei politici massoni e del clero di Giuda...ma abbiamo la Madonna!

Editoriale della Corsia - Sta andando tutto a ramengo, con una velocità impressionante. Il mondo occidentale sta arrivando al capolinea: leggi perverse e la costruzione di una società senza Dio non lasciano scampo. Gesù Cristo è stato condannato a morte, ancora una volta. La politica massonica non Lo riconosce e, dramma dei drammi, la falsa Chiesa nata dal Concilio Vaticano II Lo ha tradito facendosi serva del mondo e dunque del demonio che è principe del mondo. Il diavolo regna per mezzo di politici dal cuore corrotto, uomini senza scrupoli, senz'anima e senza coscienza; il demonio distrugge la Verità per mezzo di sacerdoti privi di Fede, uomini consacrati che si sono fatti Giuda assumendo i panni di falsi pastori. Tremenda realtà.


Leggi »

Dedicato ai sacerdoti biritualisti... e ai fedeli che ancora vogliono essere cattolici

dalla Redazione - Pubblichiamo l'intervento di don Alberto Secci, sacerdote cattolico, già conosciuto dai confratelli e lettori della Corsia, tenuto nell'ottobre 2011 durante la conferenza promossa dal Centro Culturale "J. H. Newman" di Seregno, avente per tema la presentazione del libro "Concilio Vaticano II, una storia mai scritta" (scritto dal prof. Roberto de Mattei).

Don Alberto spiega con chiarezza e fotografa alla perfezione quello che è successo nella Chiesa a partire dal Concilio Vaticano II. Ci auguriamo che questa lettura possa aprire gli occhi ai fedeli in cerca di risposte e che possa smuovere quei sacerdoti biritualisti, che pur comprendendo cosa è successo, intendono continuare a tenere il piede in due scarpe, con ciò contraddicendo il loro dovere di essere testimoni della Verità senza se e senza ma, costi quel che costi.

I fedeli cercano e hanno bisogno per la salvezza della loro anima di sacerdoti santi, non compiacenti con l'errore né pavidi davanti al Nemico. Fede, Coraggio, coerenza: queste sono le doti dei veri sacerdoti di Cristo.


Leggi »

Orfani del Cielo

da Radicati nella Fede - Quante volte, nelle orazioni della liturgia tradizionale, la Chiesa fa chiedere questo, “disprezzare le cose della terra e amare quelle del Cielo”! Quante volte nella Sacra Scrittura vi è un continuo richiamo ad alzare lo sguardo alle cose eterne: Se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove si trova Cristo assiso alla destra di Dio; pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra (Col 3,1-2). 
E' il frutto cosciente della Pasqua cristiana: siccome Cristo è risorto ed è asceso alla destra del Padre, tu sai che la vita vera è la vita eterna e devi ormai vivere proteso verso ciò che è definitivo. Cristo è risorto, tu devi risorgere con lui, non puoi più vivere come se questo non fosse accaduto, non puoi vivere per qualcosa di meno! Ma il vivere per Cristo, vincitore del peccato e della morte, vuol dire vivere protesi verso i beni eterni, verso il Paradiso, verso il Cielo: cercate le cose di lassù. Il cristianesimo ammodernato ha invece avvelenato tutto e ci ha fatti orfani del Cielo. Sì, orfani del Cielo!


Leggi »

L'ostilità della Chiesa conciliare alla messa di sempre: perché?

dalla rubrica Il Libraio - Ciò che segue è la risposta a quanti mi chiedono di spiegare i motivi dell'ostilità che in un batter di ciglia si materializza ogni qual volta un fedele richiede la celebrazione della S.Messa tridentina al clero aderente alla nuova chiesa nata dal Concilio Vaticano II. Nuova chiesa? Precisamente, perché tutte le riforme e gli orientamenti ufficiali di Roma sono delegati e imposti a nome del Concilio. Dopo il Concilio Vaticano II la maggior parte del clero ha assunto un orientamento nettamente opposto alla Tradizione, cioè al Magistero ufficiale della Chiesa. I sacerdoti hanno abbracciato in massa l'eresia protestante e liberale. Essi hanno voltato le spalle alla Chiesa di sempre, alla messa di sempre, infettando il Corpo Mistico di Cristo con nuovi dogmi, nuove istituzioni, nuovo sacerdozio, nuovo culto, nuovo insegnamento, nuova morale... e tutto ciò a nome del Concilio al quale i fedeli si DEVONO uniformare.


Leggi »

Il matrimonio sotto attacco

dalla rubrica ...Da leggere - L'infaticabile e sagace editore Marco Solfanelli ha pubblicato in questi giorni, in Chieti, Il matrimonio sotto attacco, un robusto saggio scritto dall'illustre studioso don Pietro Leone. L'intento di Leone è svelare “le recenti fonti magisteriali che troppi cattolici prendono come oro colato, mentre se ne dovrebbero guardare con grande circospezione”, lo rammenta Alessandro Gnocchi, che ha firmato una puntuale e acuta presentazione. L'amorosa infiorata, stesa sull'asfalto del conformismo da teologi graditi alla gerarchia nuovista, propone purtroppo una dottrina avventizia, fondata sull'equivoco (entusiasticamente applaudito dalla festante superficialità dei nuovi teologi e subito dai fedeli natanti nelle oscure, imperiose acque in assidua uscita dai pulpiti del conformismo) e profumata dall'abbaglio, che capovolge la gerarchia dei princìpi tradizionali, costitutivi del matrimonio cattolico. Leone infatti svela il tossico e quasi invisibile errore che è diffuso dal soggettivismo soggiacente all'ingannevole elucubrazione della teologia novista: il morbido inserimento di una dolce, scivolosa teoria, che contempla la inaudita priorità del Bene sul Vero. 


Leggi »

Share |