L'Aforisma

L'umiltà non consiste nell'esteriorità, ma in un atteggiamento del cuore - San Paolo della Croce

In primo piano

 

Il Cuore di Cristo

di Columba Marmion - «Devozione viene dalla parola latina devovere: dedicare, consacrare se stesso ad una persona amata. La devozione a Dio è la consacrazione totale della nostra vita a Dio, è la più alta espressione del nostro amore. «Amerete Dio con tutto il vostro cuore, con tutta l'anima vostra, con tutto lo spirito vostro, con tutte le forze vostre» (Marc. XII, 30). Questo «totus» contrassegna la devozione: amare Dio con tutto se stesso, senza riserva, senza interruzione, amarlo al punto di dedicarsi al suo servizio con prontezza e facilità: ecco che cos'è la devozione, e, intesa cosi, costituisce la perfezione, poiché essa è il fiore della carità (Cf. S. Thom. II-II, q. 82, a. 1).

La devozione a Gesù Cristo è la consacrazione di tutto il nostro essere e di tutta la nostra attività alla persona del Verbo Incarnato, prescindendo dagli stati particolari della persona di Gesù e dai misteri speciali della sua vita. Con questa devozione a Gesù Cristo, noi ci studiamo di conoscere, di onorare e di servire il Figlio di Dio manifestantesi a noi nella sua santa umanità...

Leggi »

CAPO 2 - Il cristiano deve praticare il bene

Istruzioni per il buon cristiano a cura della Redazione - Dio, nel darci la sua santa Legge, con tutta ragione vuole che noi la osserviamo, ossia che la nostra vita quaggiù sia impiegata nel fare il bene, esercitandoci nella pratica delle tre virtù cristiane. Le Virtù teologali sono tre: Fede, Speranza e Carità. La Fede è una virtù infusa da Dio nell'anima nostra, colla quale noi crediamo in Dio e crediamo tutto quanto Egli ha rivelato alla Santa Chiesa. La Speranza è una virtù dataci da Dio, con la quale noi desideriamo ed aspettiamo la vita eterna, che Egli ha promessa ai suoi servi e gli aiuti necessari per ottenerla...


Leggi »


Primo Precetto della Chiesa

Elementi di catechesi a cura di Veronica Tribbia - Il primo precetto ci ordina di assistere devotamente in tali giorni alla santa Messa. La Chiesa consacra la domenica di ogni settimana all'onore e al culto di Dio. Nella domenica si ricorda in particolar modo la Risurrezione del Signore e la Pentecoste, due festività fondamentali per la Chiesa avvenute proprio in questo giorno: sono queste infatti le due domeniche più solenni dell'anno, perché solennizzano i due più grandi misteri cristiani. Tuttavia, la Chiesa non festeggia solamente ogni domenica dell'anno, anzi vi sono numerose altre festività che ricordano e onorano i più grandi misteri cristiani: la Trinità, il Natale, le festività riguardanti Gesù Cristo e la Madonna, e i Santi...


Leggi »


Morte e gloriosa Assunzione di Maria Santissima

di P. Carlo Massini - La fervorosissima carità di cui in una maniera affatto incomprensibile era infiammato il cuore di Maria Santissima, non poteva fare a meno di non liquefarla, dirò così, in ardentissimi desideri di volarsene a vedere a faccia a faccia il suo Dio, e di unirsi con perfettissima unione al suo divino Figliuolo. Se tutti i Santi nel tempo del loro pellegrinaggio su questa Terra hanno, a misura dell'amore che ardeva loro nel cuore, anelato al riposo della celeste patria; se l'Apostolo S.Paolo si sentiva infiammato dal desiderio d'essere sciolto dai legami del suo corpo mortale, e d'essere con Cristo; quali saranno stati i desideri e i sospiri di Maria, il cui amore per Dio non ve ne fu, né ve ne sarà mai nessun altro che si possa paragonare?...


Leggi »


Gli esercizi spirituali di S.Ignazio. Due ragazze raccontano...

di Elisabetta Tribbia ed Elisa Carminati - Come consuetudine, il Priorato di Montalenghe (TO) della FSSPX nel periodo estivo è luogo di ritrovo per svolgere gli esercizi spirituali di S.Ignazio di Loyola. Questi esercizi sono, come scrive la Fraternità, “ricchi di doni spirituali, di grazie, di consolazioni, di rivelazioni, di aiuti soprannaturali”. Proprio la scorsa settimana, il Priorato ospitava il gruppo delle donne; a questo, si sono aggiunte due giovani ragazze, desiderose di dedicare cinque giorni al silenzio e alla preghiera, sulle orme di S.Ignazio. Finita la settimana, abbiamo chiesto loro un breve commento circa questa straordinaria esperienza...


Leggi »


Se questo è il grande pontefice... il disastro prima di Bergoglio

dalla rubrica Per aspera ad astra a cura di Stefano Arnoldi - È davvero penoso scrivere queste righe perché più si scava in profondità approfondendo fatti e vicende della chiesa cattolica degli ultimi 50 anni, più si materializza inesorabilmente la presa d’atto che vi sono pontefici che hanno contribuito con i loro atti e i loro pontificati al dissolvimento della fede e alla distruzione certosina della cattolicità: liturgia, dottrina, spiritualità… tutto è stato trafitto al cuore da una regia perversa che ha accomunato tutti – ma proprio tutti – i pontefici conciliari...


Leggi »


Focus e articoli scelti dalla rete

 

 

 

SOCIETA' DI SAN MARTINO DI TOURS E DI SAN PIO DA PIETRALCINA - PER AIUTARE I PRETI PERSEGUITATI

E' un'associazione di beneficenza il cui scopo è quello di portare assistenza economica a quanti si trovino in situazioni di indigenza, non dipendenti da loro colpa grave. 
L’indigenza può avere molte cause, e oggi ci troviamo, purtroppo, a dover fronteggiare una situazione nuova, impensabile un tempo: la persecuzione dei sacerdoti fedeli alla Dottrina. Accade infatti che ci siano sacerdoti che proprio per la loro fedeltà alla Dottrina e alla Tradizione vengono perseguitati, emarginati e si trovano senza mezzi di sussistenza.
Per saperne di più LEGGI LA PRESENTAZIONE 

PROGETTO MONDO PICCOLO

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo Progetto mondo piccolo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. 
Per saperne di più LEGGI LA PRESENTAZIONE 

SUORE CONSOLATRICI DEL SACRO CUORE

Siamo nate ufficialmente nel 1961 in un clima di fervore e di entusiasmo o meglio, di tutto ciò che di bello, di grande e di nobile può sbocciare dalla giovinezza illuminata e resa forte dalla Grazia.
Il nostro fondatore, P. Basilio Rosati Passionista, aveva saputo trasmettere nei nostri cuori il fuoco di un grande ideale: “Consolare il Cuore divino di Gesù” tanto amareggiato per l’ingratitudine, la freddezza, gli oltraggi, i tradimenti di tante anime a lui particolarmente care perché redente dal Suo Sangue preziosissimo.
Per saperne di più LEGGI LA PRESENTAZIONE 
Per una donazione inviare un bonifico bancario sul c/c intestato a Associazione Consolatrici del Sacro Cuore di Gesù 
IBAN: IT 22 L 03069 72711 100000000121

Una Chiesa che funziona al contrario

Intervista a don Davide Pagliarani, Superiore generale della FSSPX
su fsspx.news
L'impressione che molti cattolici hanno attualmente è quella di una Chiesa sull’orlo di una nuova catastrofe. Se ci guardiamo indietro, vediamo che il Concilio Vaticano II stesso è stato possibile perché è stato il risultato di una decadenza che ha interessato la Chiesa negli anni precedenti alla sua apertura al mondo: una diga ha ceduto a causa della pressione di una forza che era all’opera da molto tempo. E’ questo stato di cose che permette il successo delle grandi rivoluzioni, perché i legislatori non fanno altro che approvare e sancire una situazione che è già un dato di fatto, almeno in parte...

Leggi »


Angeli e demoni

di Alessandro Gnocchi
su ricognizioni.it
Quello che segue è un esercizio di antigiornalismo. La notizia è vecchia di 4 anni, anzi, a ben guardare, non ci sarebbe neppure. Perché scrivere che i vescovi di questa chiesaccia postcristiana non credono nel vero Dio, Uno e Trino, è come sprecare inchiostro per annunciare urbi et orbi che un cane ha morso un bambino. Roba che all’esame da professionista ti mandano via a calci nel sedere. Lo sanno tutti che i cani mordono i bambini e la notizia c’è solo quando è un bambino a mordere il cane. Così come tutti sanno che i vescovi di questa chiesaccia maligna non credono nel vero Dio, Uno e Trino, e si darebbe notizia solo quando uno di loro professasse integralmente la vera fede...

Leggi »