Home / La Corsia / Eventi della Corsia / Seconda Giornata della Corsia/2015

Seconda Giornata della Corsia/2015

La Preghiera. E’ stato questo l’argomento principale della Seconda Giornata della Corsia, su cui si sono basate tutte le ore trascorse a Donoratico, da Padre Konrad.

Abbiamo coronato il Primo Venerdì del mese di maggio con quella serenità e letizia che solo l’Altissimo concede ai suoi figli per rinfrancare lo spirito, raccogliendoli tutti nella Sua quiete e nella Sua pace; così, staccando le nostre menti e i nostri cuori dal clima opprimente del mondo, abbiamo pregustato un raggio di Paradiso, dedicando completamente un giorno a Dio.

La sensazione che molti di noi hanno provato, intraprendendo il viaggio anche di buon’ora, è stata quella di un breve ma intenso pellegrinaggio verso un luogo dove si ama e si agisce a servizio del Signore; in particolar modo, grazie alla guida spirituale di Padre Konrad, abbiamo assaporato la gioia, la felicità, ma anche la semplicità di stare uniti in unione di preghiera, legati dall’amore che si nutre per Dio e dalla volontà di meglio servirLo e glorificarLo, istruendoci riguardo alla sola cosa che un buon cattolico deve saper fare: la preghiera.

In questa giornata, così semplice ma così intensa spiritualmente, abbiamo avvertito la sensazione di trovarci in un piccolo paradiso terrestre, dove tutto era impregnato di preghiera, devozione e carità cristiana.

La mattinata ha incorniciato tutto: Padre Konrad ci ha accolti con molta semplicità, ci ha ascoltato individualmente e, a chi ne aveva bisogno, ha offerto una sana guida spirituale.

Anche il pranzo è stato un momento per conoscersi, passare in allegria del tempo insieme e discutere su alcuni temi di attualità.

Il lungo e piacevole momento conviviale è stato seguito dalla catechesi di Padre Konrad riguardante l’Orazione. Non è stata una lunga conferenza formale, né ne aveva l’aspetto. Seduti intorno a Padre Konrad, abbiamo avuto il piacere di ascoltare il nostro direttore spirituale come i figli ascoltano gli insegnamenti del padre.

Cosa sanno i cattolici della preghiera? Chi parla del tipo passivo di preghiera mentale? Che cos’è la meditazione? Chi pratica la contemplazione? Pochi sono i cattolici che si esercitano nella preghiera mentale, e di questi pochi la gran parte si limita alla meditazione, cioè una preghiera mentale di tipo attivo, collegata con parole o immagini mentali. Un numero ancora più ridotto si esercita nella contemplazione, la preghiera mentale passiva e mistica di cui, secondo i Dottori della Chiesa, tutti sono capaci ed a cui tutti sono chiamati...

Queste le principali riflessioni e domande a cui Padre Konrad ha risposto accuratamente e con semplicità, evidenziandoci le considerazioni più importanti del suo libro Sulla Preghiera. Al termine, dopo averci dato la possibilità di ulteriori chiarimenti, è seguito un breve momento di meditazione, dove si è potuto riflettere su quanto avevamo ascoltato, mentre si dava tempo alle confessioni.

L’ornamento più bello della Giornata è stata la Santa Messa in tono solenne celebrata nella piccola e umile Cappella, dove poi è seguita l’Ora Santa, nel silenzio e nella preghiera davanti al Santissimo. L’occasione che ci è stata donata dal Signore per rivolgere interamente, in ogni momento del giorno lo sguardo a Lui è stata una grazia rara, a cui non tutti oggigiorno fanno caso o pensano minimamente.

Ma la nostra vita è un continuo affidamento a Dio, e deve essere una continua lode al nostro Creatore, un continuo ringraziamento all’Onnipotenza del Signore, una continua preghiera perché ogni istante e ogni opera della nostra vita siano da Lui custoditi e benedetti.

Veronica Tribbia

 

 

Share |