Home / Dottrina Cattolica / Preghiere e devozioni / Coroncina per la solennità del SS. Cuore di Gesù

Coroncina per la solennità del SS. Cuore di Gesù

La Novena inizia il giorno prima del Corpus Domini. Facendosi con questa Coroncina la Novena in onore del S. Cuore, anche in qualsiasi tempo dell'anno, Indulgenza di 300 giorni in ciascun dì, e Plenaria nell'ultimo giorno o in uno degli otto dì immediatamente seguenti, a chi pentito, confessato e comunicato preghi, ecc. Pio IX, 1876.

In qualunque altro tempo dell'anno, con tale Coroncina si acquista Indulgenza di 300 giorni ogni volta, e Plenaria una volta al mese. Pio VII, 1815.

Coroncina

V/. Deus, in adiutòrium meum inténde.

R/. Domine, ad adiuvàndum me festìna.

Gloria Patri, etc.

I. Amorosissimo mio Gesù, al riflettere sul vostro buon Cuore e vederlo tutto pietà e dolcezza per i peccatori, mi sento rallegrare il mio e colmar di fiducia d'essere da Voi ben accolto. Ahimè! Quanti peccati ho commesso! Ma ora qual Pietro e qual Maddalena dolente li piango e detesto, perché sono offesa di Voi sommo bene. Sì, sì, concedetemene il perdono; ed oh! Muoia io, Ve lo chiedo per il vostro buon Cuore, muoia io prima che offenderVi, e certo viva solo per riamarVi. - Si reciti un Pater e cinque Gloria ad onore del divino Cuore, indi si dica: Dolce Cuor del mio Gesù, fa che io Ti ami sempre più.

II. Benedico, Gesù mio, l'umilissimo vostro Cuore e Vi ringrazio, che nel darmelo per esemplare, non solo con forti premure mi eccitate ad imitarLo, ma a costo pur di tante vostre umiliazioni me n'additate ed appianate la via. Folle che fui ed ingrato! Ah quanto traviai! Perdonatemi. Non più superbia, ma con umile cuore tra umiliazioni voglio seguir Voi, e conseguir pace e salute. Avvaloratemi Voi, e benedirò in eterno il vostro Cuore. - Si reciti un Pater e cinque Gloria ad onore del divino Cuore, indi si dica: Dolce Cuor del mio Gesù, fa che io Ti ami sempre più.

III. Ammiro, Gesù mio, il pazientissimo vostro Cuore, e vi ringrazio di tanti meravigliosi esempi d'invitta sofferenza a noi lasciati. Mi dispiace, che invano mi rimproverano la strana mia delicatezza insofferente d'ogni piccola pena. Ah! Gesù mio caro, infondetemi nel cuore un fervido e costante amore alle tribolazioni, alle croci, alla mortificazione, alla penitenza, affinché seguendoVi al Calvario giunga con Voi alla gioia del Paradiso. - Si reciti un Pater e cinque Gloria ad onore del divino Cuore, indi si dica: Dolce Cuor del mio Gesù, fa che io Ti ami sempre più.

IV. Innanzi al mansuetissimo vostro Cuore, caro Gesù, io m'inorridisco del mio, così diverso dal vostro. Purtroppo io ad un'ombra, ad un gesto, ad una parola in contrario m'inquieto e mi lamento. Deh! Perdonate i miei trasporti e datemi la grazia d'imitar nell'avvenire in qualunque contrarietà l'inalterabile vostra mansuetudine, e così godere perpetua pace. - Si reciti un Pater e cinque Gloria ad onore del divino Cuore, indi si dica: Dolce Cuor del mio Gesù, fa che io Ti ami sempre più.

V. Si cantino pure lodi, o Gesù, al generosissimo vostro Cuore, vincitore della morte e dell'inferno che ben se le merita tutte. Io resto più che mai confuso al vedere il mio così pusillanime, che teme di qualunque diceria ed umano rispetto; ma non sarà più così. Da Voi imploro sì coraggiosa forza, che combattendo e vincendo in terra, trionfi poi lieto con Voi in Cielo. - Si reciti un Pater e cinque Gloria ad onore del divino Cuore, indi si dica: Dolce Cuor del mio Gesù, fa che io Ti ami sempre più.

Volgendoci a Maria SS, consacrandoci a Lei e confidando nel materno suo Cuore, diciamo:

Per gli alti pregi del vostro Cuore dolcissimo impetratemi, o gran Madre di Dio e Madre Mia, vera e stabile devozione al Sacro Cuore di Gesù vostro Figlio; onde io in Esso racchiuso coi miei pensieri ed affetti adempia tutti i miei doveri, e con alacrità di cuore serva sempre, ma specialmente in questo giorno, a Gesù.

V/. O Cuor di Gesù, acceso d'amore verso di noi.

R/. Infiamma il cuor nostro d'amore verso di Te.

Orazione. Vi preghiamo, o Signore, che lo Spirito Santo ci infiammi di quel fuoco che il Signor Nostro Gesù Cristo dall'intimo del suo Cuore sparse sopra la terra e volle grandemente che si accendesse. Egli, che con Voi vive e regna nell'unità dello Spirito Santo, Dio per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Share |