Home / Dottrina Cattolica / Preghiere e devozioni / Novena al Sacro ed Immacolato Cuore di Maria (dal 13/08)

Novena al Sacro ed Immacolato Cuore di Maria (dal 13/08)

La festa del Sacro Cuore di Maria del 22 agosto fu istituita in conseguenza delle grazie d'ogni genere, e specialmente delle tante e strepitose conversioni dei peccatori più induriti, appena si fece ricorso a Maria Immacolata, o si fece devoto uso della Medaglia che la rappresenta, e che fino dal 1830, cominciò a denominarsi miracolosa.

Precede questa festa speciale una devota Novena in cui si recitano delle Orazioni, che si possono usare in ogni tempo per ottenere la conversione o dei peccatori in generale, o di qualcuno in particolare.

Oppure, riportiamo in seguito una devota Preghiera che può essere utilizzata per fare la Novena al Sacro Cuore di Maria: con tale preghiera, si acquistano delle Indulgenze particolari.


Novena con Orazioni

I. O Cuore Immacolato di Maria, irradiato sempre dal sole di giustizia, Gesù, vibrate un raggio della vostra luce divina nel cuore di quegli infelici che vivono immersi nelle tenebre del peccato, e scoprite loro l'enormità delle loro colpe, e la via per uscirne con sicurezza e senza dilazione. Ave Maria.

II. O Cuore Immacolato di Maria, dolce rifugio dei poveri peccatori, deh, quanti di essi, per la vostra intercessione, già provano i salutevoli strazi di quei rimorsi che sono i primi frutti di quella divina grazia di cui voi siete la Madre. Ah, cara Madre, compite l'opera che avete cominciato, e riconduceteli fiduciosi e dolenti al vostro divino Gesù. Ave Maria.

III. O Cuore Immacolato di Maria, Cuore trafitto le mille volte dall'acutissima spada del peccato! Deh, per pietà ottenete a quegli sgraziati che hanno di nuovo crocifisso il vostro divin Figlio, un dolore profondo delle loro colpe, e la grazia di non peccare mai più. Ave Maria.

IV. O Cuore Immacolato di Maria, più candido della neve, più splendente del sole, deh vi commuova lo stato lacrimevole di quegli infelici che gridano all'impotenza di uscire da quella schiavitù in cui sono stretti dalle loro basse e ree passioni. Ah, cara Madre, voi che siete la Vergine Potente per eccellenza, spezzate voi quelle catene per le quali il demonio tenta di trascinarli all'eterna rovina. Ave Maria.

V. O Cuore Immacolato di Maria, che per i miseri peccatori avete tanto patito con Gesù là sul Calvario, esposto agli scherni di quella plebe sfrenata. Voi che coinoscete quanto timido e fiacco sia lo spirito dell'uomo, deh, aiutate gli infelici traviati a vincere gli umani rispetti, e disprezzare le beffe e derisioni degli ostinati libertini, onde possano stringersi al vostro Cuore materno per non separarsene mai più. Ave Maria.

VI. O Cuore Immacolato di Maria, il più tenero e compassionevole per noi, che deste a Gesù quel Sangue ch'Egli tutto versò sulla Croce per lavare d'ogni colpa le anime nostre, deh, lavate anche Voi le anime di tutti i peccatori in questo bagno salutare, aiutandoli ad accostarsi al Sacramento della Penitenza col cuore penetrato dal più profondo dolore delle loro colpe. Ave Maria.

VII. O Cuore Immacolato di Maria, tempio della Divinità, tabernacolo del divino Verbo, trono luminoso di gloria, santuario di tutte le grazie, deh fate che dalle anime di tutti i cristiani spariscano le nere macchie del peccato, e splendente rifulga d'ogni più bella luce il soave raggio della grazia, onde così sian fatti degni di ricevere il vostro Figlio Gesù. Ave Maria.

VIII. O Cuore Immacolato di Maria, sorgente d'ogni grazia, albergo delle più elette virtù, deh, fate che nelle anime ravvedute risplendano le cristiane virtù della Fede, della Speranza, della Carità e della Religione; perché, così ornate di tanta bellezza, vengano loro da voi aperte un giorno le beate porte del Paradiso. Ave Maria.

IX. O Cuore Immacolato di Maria, speranza dei fedeli, delizia del cielo, le passate infedeltà fanno tremare quei benedetti che già risorsero alla grazia, O Regina del cielo e della terra, o caro Rifugio dei peccatori, deh, continuate ancora il vostro ministero di misericordia e di amore, col non lasciarli dipartire da voi mai più, mai più. Voi siete la Madre della santa perseveranza! Deh, fate loro dunque da Madre: correggeteli, castigateli; ma teneteli sempre nel vostro Cuore santissimo ed immacolato. Ave Maria. Gloria.

V/. Ora pro nobis Sancta Dei Genitrix.

R/. Ut digni efficiamur promissionibus Christi.

Per il Sacro Cuore di Maria.

Deus, qui beatæ Mariæ semper virginis Cor sanctissimum spiritualibus gratiæ donis cumulasti, et ad imaginem divini Cordis Filii tui Jesu Christi charitate et misericordia plenum esse voluisti, concede: ut qui hujus dulcissimi Cordis memoriam agimus, fideli virtutum ipsius imitatione, Christum in nobis exprimere valeamus. Qui tecum vivit etc.

Per la Conversione dei Peccatori.

Deus misericors et clemens, exaudi preces quas pro fratribus nostris pereuntibus, gementes in conspectu tuo, effundimus: ut, conversi ad errore viæ suæ, liberentur a morte, ut ubi abundavit delictum superabundet et gratia.

Deus, cui proprium est misereri semper et parcere, suscipe, deprecationem nostram; et omnes famulos tuos, quos delictorum catena constringit, miseratio tua pietatis absolvat. Per Dominum nostrum etc.


Preghiera Indulgenziata

Indulgenza di 60 giorni una volta al giorno, e Plenaria in punto di morte a chi l'avrà recitata ogni giorno della sua vita. Pio VII, 1816. - Facendosi con questa preghiera la Novena del SS. Cuore di Maria, si acquista Indulgenza di 300 giorni in ciascun giorno, e Plenaria nel corso della Novena o in uno degli otto giorni immediatamente seguenti, purché confessato e comunicato preghi, ecc. Pio IX, 1876.

O Cuore di Maria, Madre di Dio e Madre nostra; Cuore amabilissimo, oggetto delle compiacenze dell'adorabile Trinità e degno di tutta la venerazione e tenerezza degli Angeli e degli uomini; Cuore il più simile a quello di Gesù, di cui siete la più perfetta immagine, Cuore pieno di bontà, e tanto compassionevole verso le nostre miserie, degnatevi di sciogliere il ghiaccio dei nostri cuori, e fate che siano interamente rivolti a quello del divin Salvatore. Infondete in essi l'amore delle vostre virtù, infiammateli di quel beato fuoco, di cui nel continuo avvampate. Racchiudete in voi la S. Chiesa, custoditela e siate sempre il suo dolce asilo e la sua torre inespugnabile contro ogni incursione dei suoi nemici.

Siate la nostra via per andare a Gesù, ed il canale, onde riceviamo tutte le grazie necessarie per salvarci. Siate il nostro soccorso nei bisogni, il nostro sollievo nelle afflizioni, il nostro conforto nelle tentazioni, il nostro rifugio nelle persecuzioni, il nostro aiuto in tutti i pericoli, ma specialmente negli ultimi combattimenti della nostra vita al punto della morte; quando tutto l'inferno si scatenerà contro di noi per rapire le nostre anime in quel formidabile momento, in quel punto terribile, da cui dipende la nostra eternità. Ah! Sì, allora, o Vergine piissima, fateci sentire la dolcezza del vostro Cuore materno, e la forza del vostro potere presso quello di Gesù, con aprirci nella Fonte stessa della Misericordia un sicuro rifugio, onde possiamo giungere a benedirLa con Voi in Paradiso per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Conosciuto, lodato, benedetto, amato, servito e glorificato sempre e dappertutto sia il divinissimo Cuore di Gesù e l'illibatissimo Cuore di Maria. Amen.

Share |