Home / Rubriche / Per aspera ad astra / Lo scandalo degli scandali nella Chiesa occupata da Giuda

Lo scandalo degli scandali nella Chiesa occupata da Giuda

È impossibile che non succedano scandali; ma guai a colui per colpa del quale succedono! Sarebbe meglio per lui che gli fosse messa una macina da mulino al collo e fosse gettato in mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi pargoli” (Lc 17, 1-2)

Più passa il tempo e più appare chiaramente in questa società alla deriva il disegno satanico che si sta concretizzando in tutta la sua ferocia: la creazione di un mondo non solo senza Dio ma persino contro Dio...

La massoneria, insinuata dappertutto (finanche nella Chiesa) ed oggi all'opera più che mai, non è che uno strumento demoniaco per consegnare anime al Nemico destinandole alla perdizione eterna dell'inferno. Si sente un brivido strisciare lungo la schiena perché non stiamo rievocando un brutto sogno ma si tratta di ciò che sta accadendo nella realtà, vera e concreta.

Si tratta di un progetto studiato nei minimi dettagli che ha trovato le condizioni migliori per la sua propagazione una volta entrata la corruzione nella Chiesa, sconquassando l'unica e vera Istituzione in grado di essere catechon, potere che frena il male: il fumo di satana, che ha trovato veicolo per mezzo del Concilio Vaticano II, ha aperto nel clero fitte crepe divenute col tempo voragini, con il risultato che è sotto gli occhi di tutti: un gran numero di sacerdoti e religiosi si sono fatti traditori della Verità per demolirla e soppiantarla con una nuova quanto ambigua liturgia al fine di distruggere la vera Messa dispensatrice di Grazie; una nuova e falsa dottrina e una nuova morale sono state perfezionate basandosi sulle proprie voglie mondane e perverse; il linguaggio è stato corrotto svuotando di significato le parole: oggi si abusa del termine -misericordia- per giustificare tutto e il contrario di tutto facendo in modo che sparisca il concetto oggettivo di bene e di male per sostituirlo con valutazioni soggettive e perciò relativiste; si vuole ricondurre ogni azione ad un sentimentalismo becero e immaturo per convincersi, mentendo consapevolmente, di essere persone di valore invece che piante secche come quelle della parabola del fico sterile (Lc 13, 6-8).

Questo è stato il colpo di maestro di satana: non riuscendo a demolire la Chiesa dall'esterno, lo ha fatto dall'interno, riuscendo a corrompere un sempre più elevato numero di pastori che, abbandonando il ruolo di guida e protettori del gregge a loro affidato, hanno appeso la veste al chiodo lasciando che il male deflagrasse e facendosi essi stessi persino propagatori del male, occupando di fatto la Chiesa di Cristo come i mercanti nel tempio.

Ma arriverà il tempo in cui verrà Chi li scaraventerà fuori, liberando la Chiesa dagli occupanti oppressori e perditori di anime. Non è possibile infatti che il Buon Dio possa continuare a permettere all'infinito una serie di scandali che si perpetuano in tutta la loro gravità, fino ad arrivare a realizzare lo scandalo degli scandali!

Non ci si è limitati infatti a predicare con ossessione alcune eresie dagli effetti devastanti (il falso ecumenismo, l'equiparazione sullo stesso piano di tutte le religioni, l'inutilità del proselitismo cattolico, il -chi sono io per giudicare- il mondo omosessuale...) che equivalgono punto per punto alla negazione di quelli che sono i principi cardine del cristianesimo nel Vangelo e negli scritti di San Paolo, ora si è giunti a prendere di mira persino i bambini nella loro più tenera età. È noto infatti il programma che si intende introdurre nelle scuole che mira all'inserimento del "genere" (direttiva OMS del 2010: da 0 a 4 anni, si prescrive l'apprendimento del godimento e piacere quando giochiamo con il nostro corpo: la masturbazione della prima infanzia. Dai 4 ai 6 anni, si insegnerà ad esplorare le relazioni omosessuali e consolidare l'identità di genere.... e ci fermiamo qui perché ci viene da piangere...).

Che orrore e che grave atto di offesa a Dio! Bernanos ha scritto che l'infanzia è il sale della terra. Perda il proprio sapore, e il mondo sarà in poco tempo solo putrefazione e cancrena.

Ecco svelato il piano satanico di cui si diceva: quale mezzo migliore per impadronirsi delle anime se non partendo ad aggredirle sin dalla loro nascita, dalla loro tenerissima età di crescita?

Davanti ad un'offensiva così tremenda e spietata, come reagisce la Chiesa, istituita da Cristo stesso per resistere e respingere il male imperante? Un comunicato, freddo e sintetico, letto in tono accademico con altrettanta freddezza e distacco da parte del Presidente della Cei: ecco cosa ha partorito la Chiesa davanti allo scandalo degli scandali. Ma chi fronteggerà il demonio a caccia di bambini se non la Chiesa e il Papa? Già, il Papa! Ci si dovrebbe aspettare che ogni giorno il Vicario di Cristo si strappi le vesti ed urli a tutto il mondo che guai toccare i bambini, che la Chiesa li difenderà con tutta la sua forza, forza divina!, che non permetterà per nulla al mondo che nessuno si avvicini a loro per traviarli e annientarli!

È la Chiesa che deve erigersi a difensore del gregge, assolutamente quando si tratta del gregge dei giovanissimi, e spronare i fedeli diffondendo speranza che il Male si può, si deve combattere e si vince stando accanto a Cristo.

No, un Papa, la Chiesa, non possono tacere quando in gioco c'è la difesa dei più piccoli: non è possibile non sentire la voce evangelica del -guai a voi che scandalizzate i più piccoli-, non è possibile assistere ad una tale vergogna!

Si rimane esterrefatti nel prendere atto che i familiari di Asia Bibi (la donna imprigionata da anni e condannata a morte da un tribunale musulmano per il solo fatto di non rinnegare il suo essere cristiana), angosciati e schiacciati dal dolore, non siano nemmeno stati ricevuti privatamente dal vescovo di Roma Francesco che invece ha concesso udienze ai vari Scalfari, Maradona... mostrando particolare riguardo persino per Pannella, Emma Bonino...

Si rimane senza parole davanti ad una Chiesa che si è fatta pusillanime nei confronti dell'Islam assassino lasciando soli a se stessi e senza un minimo conforto i cristiani perseguitati in terra islamica!

Ed ora si è giunti al culmine: nemmeno di fronte alla tremenda minaccia che incombe sui fanciulli, la Chiesa interviene come dovrebbe!

Ma è la Chiesa di Cristo questa? No, non può essere questa la Chiesa di Cristo! E commetterebbero un tragico errore quanti identificherebbero questa chiesa con quella vera, così come sarebbe uno sbaglio che questa Chiesa non sia più la nostra casa, la casa di quanti intendano essere e rimanere cattolici.

Le parole di Gesù risuonano oggi ancor più forti: non prevalebunt! (Mt 16, 17-18) Sono parole rivolte ai cattolici, proprio a loro in particolare, in previsione di questi tempi che sarebbero giunti. Perché dovranno essere loro a rivolgersi al clero di Giuda, urlando con tutta la voce di cui dispongono: a voi sacerdoti che occupate la Santa Chiesa di Dio, che occupate la nostra Chiesa, a voi corrotti e corruttori, a voi che avete scordato che satana è già stato vinto, non difendere fino alla morte nemmeno i bambini sarà la vostra rovina (Lc 17, 1-2).

 

Stefano Arnoldi

Share |