La Resurrezione, luce della fede

Home / Attualità / Archivio anno 2021 / La Resurrezione, luce della fede

Ecco che la luce di Nostro Signore, che ci era sembrata definitivamente svanita, ritorna e appare nella notte di Pasqua.

Nostro Signore disse: "Ego sum lux mundi. Io sono la luce del mondo" (Gv 8, 12). "Sono venuto per portare il fuoco su questa terra, e qual è il mio desiderio, se non che questo fuoco si accenda su tutta la terra?" (Lc 12, 49). Ecco che allo stesso modo, la luce è sorta nella notte e quella luce porterà il fuoco su tutta la terra.

Tutte le nostre luci si sono accese, hanno brillato nel fuoco di Nostro Signore Gesù Cristo. Che grande immagine è questo fuoco pasquale che deve essere comunicato alle nostre anime, il fuoco della carità di Nostro Signore! Così è nata una grande speranza per noi: Nostro Signore non è definitivamente morto, Nostro Signore risorgerà.

Eppure, ancora una volta, gli Apostoli dubitano.

Ascoltate solo le parole dei discepoli di Emmaus: "Nos sperabamus". Speravamo, ma ora siamo quasi disperati. Sono già passati tre giorni da quando è morto ed è stato sepolto, ma non se ne è saputo più nulla. Oh! Abbiamo appreso che alcune donne sono andate alla tomba e non hanno trovato nulla. Anche gli apostoli le hanno seguite e non hanno trovato nulla. "Et nihil invenerunt"(Cfr. Lc 24, 21-24).

Non siamo anche noi un po 'come questi Apostoli e come queste donne? Non troviamo nulla. Cerchiamo, cerchiamo Nostro Signore e rischiamo di non trovare nulla. Bene, è perché ci manca la fede!


Mons. Lefebvre, 14 aprile 1974 (Fonte: FSSPX.news)


Documento stampato il 28/11/2022