Satana in Vaticano

Home / Attualità / Archivio anno 2020 / Satana in Vaticano

Le pagine di questo racconto, nato come soggetto cinematografico sulla storia degli ultimi decenni della Chiesa cattolica, non hanno alcuna pretesa di essere un testo completo ed esauriente.

Di articoli e saggi sull'argomento, redatti da professori e illustri conoscitori della Chiesa, ve ne sono giù molti, tuttavia pochi sono i libri che, in forma romanzata, e dunque di più facile fruizione, presentano contenuti così complessi e importanti, destinati ad un pubblico più vasto ed eterogeneo.

Satana in Vaticano non contiene particolari rivelazioni sensazionali, né ha l'ardire di rivolgersi a studiosi, addetti ai lavori o alle menti più colte e raffinate.

Si rivolge alle persone semplici che, come l'autore, vengono definite gente comune, ma non per questo appartenenti ad una categoria inferiore.

L'intento, dunque, è quello di cercare semplicemente di offrire uno stimolo per riflettere su alcuni tra quegli eventi che hanno devastato la Chiesa.

Desidero sottolineare, piuttosto, che i fatti descritti, al di fuori di pochi elementi, non sono pura finzione, ma fatti reali anche se davvero sconvolgenti.

Il gesuita Malachi Martin, che fu eminente teologo e professore al Pontificio Istituto Biblico di Roma, in un suo libro del 1966, Windswept House, descrisse l'intronizzazione di Lucifero in Vaticano, un evento sconvolgente. Martin fu contattato privatamente da un signore dell'alta nobiltà, di origini bavaresi, che organizzò un incontro privato a Manhattan verso la fine del mese di giugno del 1999. in quell'occasione, Martin confermò i fatti e spiegò nel dettaglio ciò che accadde a Roma, nella Cappella Paolina, e contemporaneamente negli Stati Uniti, nella notte tra il 28 e 29 giugno del 1963. Fornì anche delle indicazioni su alcuni tra coloro che parteciparono al rito satanico. Il gesuita, pochi giorni dopo l'incontro, il 27 luglio dello stesso anno, morì. Una caduta nel suo appartamento, definita accidentale dagli inquirenti sebbene avvenuta in circostanze non chiarite, pose fine alla sua vita terrena impedendogli di fornire ulteriori elementi che aveva intenzione di rivelare.

Il lettore può desiderare di sapere se i fatti raccontati dal gesuita, in particolare nellìincontro newyorkese, sono stati ricavati da fonti certe. Posso confermare che tutte le informazioni sono state riferite all'autore personalmente da fonte certa e attendibile, riguardo Malachi Martin, Alessandro Gnocchi, scrittore e giornalista italiano, afferma: “Se la credibilità di Malachi Martin si giudica ex post, è onestamente difficile non prenderlo sul serio. Oltre a verificare la corrispondenza alla realtà di fatti, uomini e ambienti di cui parla nel romanzo, basterebbe leggere un suo saggio reperibile anche in italiano, edito a suo tempo da Sugarco e titolato I Gesuiti. Il potere e la segreta missione della Compagnia di Gesù nel mondo in cui la fede e la politica si incontrano”.

Lo stesso Padre Amorth, esorcista di fama mondiale, confermò la presenza di satanisti in Vaticano: “Sì, anche in Vaticano ci sono membri di sette sataniche. Ci sono preti, monsignori e anche cardinali! Lo so dalle persone che me l'hanno potuto riferire perché hanno avuto modo di saperlo direttamente. Ed è una cosa confessata più volte dal demonio stesso sotto obbedienza durante gli esorcismi”.

Desidero a questo punto ringraziare per il loro aiuto e i consigli, i laici, le religiose e i sacerdoti, che con le loro preziose testimonianze hanno permesso la stesura di questo libro.


Philip Evans

 


SATANA IN VATICANO Romanzo verità, fra scandali ed eresie, nefandezze, tradimenti e apostasia

Londra, l’editore Juan Diego Vargas sta esaminando un corposo fascicolo dell’FBI che riguarda un complotto in Vaticano. L’uomo incarica Michael Wilson, giornalista indipendente, di indagare. Partito per l’Italia, il giovane reporter inizia un’indagine che metterà in luce eventi delicati e segretissimi.

Chi ha impedito l’elezione di Gregorio XVII? E perché? Chi si trovava nei sotterranei di una sinagoga di Strasburgo nell’inverno del 1962? Quali enormi stravolgimenti vennero operati dalle alte gerarchie cattoliche? Ma, soprattutto, cosa accadde realmente nella notte tra il 28 e il 29 giugno del 1963 nella Cappella Paolina e contemporaneamente in una cittadina del sud Carolina?

Nella primavera del 1999, durante una cena privata in un prestigioso ristorante di Manhattan, il gesuita Malachi Martin, esorcista, teologo e professore al Pontificio Istituto Biblico di Roma, raccontò alcuni dettagli sconvolgenti su ciò che accadde quella notte.


(Contact: selfpub2020@gmail.com - Blog: eccephilip.blogspot.com - Il libro è disponibile su Amazon) 

 


Documento stampato il 25/11/2020