Due vestizioni e due professioni religiose presso le Consolatrici del Sacro Cuore

Home / Attualità / Raccolta anno 2019 / Due vestizioni e due professioni religiose presso le Consolatrici del Sacro Cuore

Il 28 giugno 2019, nella festa del Sacro Cuore di Gesù, quattro ragazze americane hanno fatto i loro passi in avanti nel cammino della vita religiosa, con una bella cerimonia nella trecentesca chiesa di San Francesco a Narni.

Due sono state le vestizioni: Celine Archer e Madeleine Bomberger, di St Mary in Kansans. Si sono avvicinate all'altare in abiti nuziali e accompagnate dai loro padri. Dopo che Don Emanuele du Chalard, padre spirituale delle Suore Consolatrici, ha benedetto il loro nuovo abito religioso, le giovani sono uscite per rivestirlo, per poi tornare all'altare con il bianco velo delle novizie. Don Emanuele ha imposto loro i nomi di religione di Suor Maria Gabriella dell'Addolorata e Suor Maria Margherita dell'Annunciazione.

Durante la Messa solenne che ha seguito, e precisamente dopo il canto del Vangelo, altre due giovani americane si sono avvicinate all'altare. Suor Maria Maddalena e Suor Maria Bernadette si sono inginocchiate davanti al tabernacolo aperto e hanno pronunciato i tre voti di religione, più il quarto proprio della congregazione, quello di promuovere la devozione al Sacro Cuore. Don Emanuele ha poi imposto loro il velo nero e la medaglia della Congregazione. Infine hanno ricevuto una corona di spine e una croce sulla spalla destra, per indicare la loro unione alla Passione del Signore. Conclusa la cerimonia della professione, sono tornate al loro posto per la continuazione della Messa.

Nonostante il forte caldo, molti fedeli e amici delle Suore sono stati presenti all'emozionante cerimonia per mostrare il loro sostegno, per incoraggiarle e pregare per loro. Tra di questi si notavano le Suore della Fraternità San Pio X di Albano e le Discepole del Cenacolo di Velletri. Gli Stati Uniti erano rappresentati da numerosi familiari e da un forte numero di amici e compagni di scuola, arrivati con un lungo viaggio in Italia. Anche tre sacerdoti americani erano presenti, due dei quali hanno svolto le funzioni di diacono e suddiacono alla Messa.

Le Suore Consolatrici del Sacro Cuore furono affidate alla cura della Fraternità San Pio X da Padre Basilio CP, loro fondatore, al momento della di lui morte nel 1996. In quel momento c'erano solo sei suore, tutte italiane. Dopo anni di crescita spirituale e di approfondimento della Tradizione, e anche grazie all'interesse generato dall'apertura dell'orfanotrofio delle Suore in India, un costante flusso di nuove candidate ha bussato alla porta del noviziato, in Italia come in India. Cinque altre ragazze sono attese per il noviziato alla casa madre di Vigne quest'anno. Quattro di queste sono americane.

Una tale crescita non manca di prove. Le più urgenti sono legate alla mancanza di spazio, la casa madre essendo ormai sovraffollata e l'ingrandimento della medesima essendo impedito da complicazioni burocratiche. Nel frattempo le Suore stanno cercando degli alloggi temporanei nelle vicinanze, ma con scarso successo. Si affidano perciò alle vostre preghiere per queste intenzioni.

Come ha detto Don Emanuele nella sua predica del 28 giugno: «Come possiamo non ringraziare il Signore per queste nuove vocazioni, quando vediamo il collasso della vita religiosa e la chiusura di così tanti conventi, uno dopo l'altro?». E ha aggiunto una richiesta che giriamo ai nostri lettori:«Non dimenticate di pregare per queste vocazioni e per la loro perseveranza!».

Concedeteci, o Signore, molte sante vocazioni religiose!


fsspx.it


Documento stampato il 08/12/2019