Home / Rubriche / Gli essenziali: libri che non possono mancare nella biblioteca personale del buon cattolico / La Croce di Gesù

La Croce di Gesù

La Croce di Gesù non è semplicemente un’opera di pietà classica o di teologia spirituale. Ma è una vera e propria sintesi di teologia speculativa e di teologia mistica, intendendo per teologia speculativa quella scienza che alla luce della fede ragiona, spiega e giustifica e per teologia mistica quella scienza che indaga quell’intima esperienza spirituale nella quale Dio, per suo esclusivo beneplacito, prende il sopravvento nella vita di una persona umana, unendola profondamente a sé, facendole compiere atti di virtù che non avrebbe mai compiuto e muovendola laddove la volontà umana non avrebbe mai osato.

Lo scopo principale, che Chardon si prefigge, è quello di rendere ragione delle croci spirituali, amarezze, persecuzioni e sofferenze soprattutto morali che ogni credente sperimenta in vario modo. Egli muove dalla constatazione di un dato di fatto: l’esistenza di ogni uomo è segnata dalla sofferenza.

E come credente e teologo si pone queste domande: perché l’uomo quanto più è fedele alla grazia santificante tanto più soffre duramente? Perché quanto più tende alla perfezione della carità tanto più patisce le croci spirituali?

Chi si è imbattuto nella lettura de La Croce di Gesù – come Garrigou-Lagrange e Congar – ne è rimasto talmente affascinato da considerarlo uno dei maestri spirituali di tutti i tempi, se non addirittura il più grande mistico di lingua francese.

Louis Chardon - Fu frate domenicano e sacerdote. Nato nei primi giorni del marzo del 1595 a Clermont-de-l´Oise, a 70 km a nord di Parigi, compì i suoi studi universitari a Parigi. Affascinato dalla vita interiore e dalla preghiera e conosciuto l´Ordine dei Predicatori, entrò nel Convento domenicano dell´Annonciation a Parigi nel maggio del 1618, a ventitré anni. Entrando nella vita religiosa cambiò nome: lasciò il nome di battesimo Jean e assunse quello di Louis.

Divenuto poi sacerdote, si dedicò alla formazione dei giovani frati e alla predicazione. A partire dal 1645 fu uno dei più apprezzati confessori e direttori spirituali di Parigi. Scrisse anche varie opere, tra cui si segnalano La Croce di Gesù e Una meditazione al giorno sulla Passione di Gesù.

Queste opere rilevano la sua profondità spirituale, la solidità della sua formazione teologica (conosce a fondo il pensiero di molti Padri della Chiesa, tra cui Origene, e si rifà frequentemente all´insegnamento di Tommaso d´Aquino). Morì a Parigi il 17 agosto 1651. Oggi è considerato uno dei maggiori mistici francesi.


⇒ LA CROCE DI GESU' - LUIS CHARDON - EDIZIONI STUDIO DOMENICANO - € 38,00

Share |